Epidurale o no?

Dopo un periodo di pausa dovuto all’ultimo periodo di gravidanza e il primo mese di vita di mia figlia sono tornata..ho pensato che se non si ha la voglia e lo spirito di fare una cosa e’ inutile farla perché non riesce mai bene..

Il quesito di oggi è:epidurale o no? Non mi aspettavo di arrivare a questo momento di scelta..ho sempre pensato :nooo io non lo farò mai e poi mai ,noi donne siamo nati per sopportare questo dolore perché dovrei farlo?di Nicole la mia prima figlia non l’ho voluta..

Mi sono dovuta ricredere dopo 3 ore di travaglio attivo c’era la vocina dell’ostretica che mi diceva:dai ti aiuterà ti farà riposare e partorirai con calma senza troppo dolore.. be’io l’ho fatta.

Ma per prima cosa parliamo di cos’è esattamente.

E’ un tipo di anestesia locale. Essa prevede che il medico anestesista inietti anestetici e antidolorifici a livello dello spazio epidurale della colonna vertebrale, ovvero in quello spazio che si trova tra la dura madre (una delle tre meningi) e il legamento giallo che ricopre la parte ossea interna del canale spinale. Grazie a questa tecnica, è possibile annullare la sensazione dolorosa a livello della parte inferiore del busto e degli arti inferiori, senza addormentare il paziente.

Molta gente guardando qualche commento su internet dice che fa’ male che poi ne risenti con la schiena, non riesci più ad alzarti dal letto tranquillamente, non riesci a fare le stesse cose che facevi prima, che è un dolore che persiste nel tempo.Secondo me, secondo mia personale opinione, si è vero che fa’ male ma è soprattutto il momento che ti inseriscono l’ago a non essere dei migliori perché nel frattempo hai la contrazione e ti dicono stia ferma immobile Signora, è più facile al dirsi che a farsi ma si tiene duro anche perché se non si sta fermi si rischia.

cosa si rischia a farla?

  • ipotensione: la più frequente. Legata all’effetto stesso degli anestetici;
  • forte mal di testa: si verifica in caso di accidentale danno alla dura madre;
  • senso di nausea e vomito;
  • dolore alla schiena;
  • prurito: legato alla combinazione di farmaci iniettati;
  • infezione nel sito di iniezione: anche a distanza di lungo tempo dalla procedura. Può avere conseguenze gravi, nel caso in cui vada a compromettere le radici dei nervi spinali, in quanto questo può provocare un danno neurologico che determina paraplegia;
  • ematoma epidurale. Complicanze gravi, come convulsioni, difficoltà respiratorie, danno neurologico permanente, paraplegia o morte, sono state valutate essere molto rare: hanno una incidenza che varia tra l’1-4 per 100.000 soggetti.

Quindi io per fortuna ho trovato un’anestesista bravissima che mi è riuscita a fare entrare l’ago subito e con 6 ore di travaglio e 2 dosi di epidurale mia figlia è nata senza complicazioni. Dopo l’epidurale mi sono proprio vissuta il parto con mio marito e la nascita non avendo dolori.

Alla domanda lo rifaresti cosa risponderesti?siii e non avrei aspettato 3 ore per farla , è vero che noi donne siamo nate per questo ma se si può soffrire di meno perché no?io lo consiglio non ho avuto tantissimo dolore dopo alla schiena a parte qualche volta ma mi è stata di grande aiuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: